Come stabilire i prezzi giusti per il tuo e-commerce in presenza di alti tassi di inflazione

6'

L’inflazione sta colpendo le economie globali ad una velocità sempre maggiore, poiché i prezzi sono più alti rispetto ai decenni precedenti nella maggior parte dei settori. Nell’Unione Europea, ad esempio, nel luglio 2022 il tasso di inflazione ha raggiunto il 9,8%, mentre solo un anno prima lo stesso mese aveva registrato un’inflazione del 2,5%. Tra tutti i Paesi dell’UE, l’Estonia ha registrato il tasso d’inflazione più alto nel luglio 2022 (23,2%) e la Francia quello più basso (6,8%).

Statistic: Harmonized index of consumer prices (HICP) inflation rate of the European Union from January 1997 to July 2022 | Statista

Per ulteriori statistiche, consultare Statista

Cosa significa questo per i consumatori e le imprese? In breve: Per gli acquirenti significa dover stringere la cinghia, per le aziende essere alle prese con un dilemma.

I prezzi sono fondamentali per le aziende, in quanto determinano il superamento o meno di questo ostacolo economico. Se le aziende decidono di aumentare i prezzi, i loro clienti potrebbero scegliere la concorrenza, ma se diminuiscono o mantengono i prezzi attuali, anche le loro entrate potrebbero diminuire. Poiché è impossibile tenere il passo con tutte le variazioni di prezzo manualmente, i grandi marketplace, come Amazon, utilizzano il dynamic pricing per regolare i prezzi più volte al giorno e reagire ai prezzi dei concorrenti in appena un’ora.

In questo blog post daremo uno sguardo più approfondito al contesto dell’inflazione odierna e spiegheremo perché più che mai le aziende di e-commerce hanno bisogno di soluzioni di price intelligence per stabilire i prezzi giusti.

Quali sono le cause dell’inflazione?

Le ragioni alla base dell’aumento dell’inflazione sono molteplici; tuttavia, per comprendere l’attuale situazione inflazionistica, dobbiamo fare un passo indietro e analizzare i fattori più importanti.

  • Mancanza di beni: Uno dei principali responsabili è la pandemia di Covid-19, che ha creato ostacoli ai rivenditori e ai marchi che si affidavano a materie prime, come legno e plastica, e a prodotti finiti che non venivano spediti affatto o, se lo erano, a prezzi molto alti e a ritmi lenti.
  • Domanda elevata: Queste carenze della catena di fornitura sono state rafforzate dall’aumento della domanda dei consumatori dopo la pandemia. Durante l’isolamento, le persone spendevano meno e risparmiavano di più, mentre dopo la revoca dell’isolamento i consumatori hanno ricominciato a spendere di più. Questo comportamento dei consumatori ha aggravato il tasso di inflazione, in quanto c’è stato un improvviso afflusso di denaro ma una minore produzione di beni.
  • Alti costi di fornitura: Inoltre, quest’anno la guerra in Ucraina ha avuto ripercussioni anche sui mercati internazionali, in quanto molti paesi hanno chiuso l’accesso al gas e al petrolio russo, facendo aumentare i prezzi dei combustibili fossili in tutta Europa e influenzando automaticamente i prezzi dei prodotti in diversi settori, a causa dell’aumento dei costi di produzione e di trasporto.

Capire il pubblico per avere successo

Come per la maggior parte dei problemi, non esiste un solo modo corretto di affrontare l’inflazione elevata come azienda. A seconda del settore, delle dimensioni e del tipo di azienda, l’inflazione può colpire meno o di più e quindi le soluzioni devono essere personalizzate.

Poiché gli acquirenti sono ora preoccupati per le loro spese, non potendo permettersi gli stessi prodotti degli anni precedenti alla pandemia, le aziende devono pensarci due volte prima di aumentare i prezzi.

Secondo uno studio del sito di comparazione idealo.es, il 52% degli spagnoli dichiara di non riuscire ad arrivare a fine mese a causa dell’attuale crisi economica. Questo ha costretto i cittadini spagnoli a ridurre gli acquisti soprattutto nel settore dell’elettronica (45%) e della moda (abbigliamento = 37%, scarpe = 35%), che di solito sono tra i settori di punta dello shopping online.

In un periodo così difficile per i consumatori, in cui i prezzi sono alle stelle, i prodotti di questi settori non sono percepiti come beni di prima necessità, motivo per cui le aziende devono fissare prezzi interessanti ed essere creative per rimanere a galla. Inoltre, è diventato essenziale per gli acquirenti confrontare i prezzi online per trovare le migliori offerte possibili, cosa che avviene soprattutto sui marketplace. Circa la metà di tutte le ricerche di prodotti online iniziano su un marketplace, per questo i rivenditori dovrebbero investire nella vendita dei loro prodotti anche lì.

Ti preoccupano i tuoi prezzi? Ecco cosa puoi fare

Come già accennato in precedenza, la sfida di un’azienda che si trova ad affrontare un’inflazione elevata è quella di trovare il giusto equilibrio tra profitto e soddisfazione del cliente. Devi stabilire dei prezzi che siano vantaggiosi per la tua attività ma che non spaventino i clienti, quindi non devono essere né troppo alti né troppo bassi.

Nell’attuale contesto inflazionistico ci sono alcuni aspetti fondamentali da tenere a mente:

  • Strategia di prezzo mirata: Ci sono molte strategie di prezzo tra cui scegliere, ma con l’alta inflazione arriva la necessità di adattare i prezzi a ogni prodotto e a ogni segmento di clientela. Anche se i costi delle forniture possono aumentare, questo non significa necessariamente che tutti i prezzi dei tuoi prodotti debbano aumentare.
  • Comunicazione efficace: Nel caso in cui dovessi aumentare i prezzi, assicurati di comunicare in modo efficace le ragioni che stanno alla base della tua decisione, in quanto ciò influisce anche sulla vita dei tuoi clienti, che sono ugualmente colpiti dall’inflazione. Si raccomanda alle aziende di adottare una mentalità incentrata sul consumatore e di basare la conversazione sul valore degli attributi specifici del prodotto.
  • Panoramica del mercato: Per quanto tu possa pensare che la tua strategia di prezzo sia efficace, se i tuoi concorrenti vendono di più nelle tue stesse condizioni, ciò potrebbe essere dovuto ai loro prezzi. Assicurati di monitorare i prezzi della concorrenza per aumentare la tua quota di mercato.

Ma come puoi sapere qual è il prezzo ideale per i tuoi prodotti? E come puoi assicurarti che i tuoi concorrenti non ti superino?

Poiché è diventato impossibile per le aziende di e-commerce monitorare manualmente i prezzi della concorrenza, la soluzione è quella di utilizzare una soluzione di dynamic pricing. Questo software ti permette di avere il controllo del mercato e di rivedere i prezzi dei tuoi prodotti in base ai dati in tempo reale. Grazie a una soluzione di dynamic pricing puoi proteggere il tuo margine di profitto e distinguerti dalla concorrenza. Inoltre, potrai definire le tue regole di prezzo e ricevere una notifica quando i tuoi concorrenti hanno prodotti esauriti o hanno cambiato i loro prezzi.

Come Lengow può aiutare la tua azienda a ottenere il giusto prezzo durante l’inflazione

L’inflazione è un tema molto attuale per una buona ragione: I singoli cittadini sono alle prese con il continuo aumento del costo della vita e le aziende sono messe sotto pressione dai costi dell’inflazione e dalle aspettative dei loro clienti. In Lengow hai la possibilità non solo di superare questa situazione difficile, ma anche di far crescere la tua attività grazie alle nostre numerose soluzioni digitali.

Con l’ultima acquisizione di Netrivals, ora puoi avere il controllo totale del tuo mercato e dati precisi in tempo reale da oltre 32k negozi online, che ti aiuteranno a offrire prezzi competitivi in ogni momento.

Infine, Lengow ti aiuta a promuovere i tuoi prodotti dopo aver definito i prezzi giusti grazie alle nostre soluzioni di marketing e marketplace, altrettanto necessarie per garantire la tua presenza su tutti i siti di shopping online in modo automatizzato.

Demande-de-démo-IT

Foto: Kattecat (Shutterstock)

Sofia Carvalho e Pereira

Sofia è un'appassionata di lingue con una formazione accademica in Linguistica e Comunicazione strategica e PR. Prima di entrare a far parte del team di contenuti per l'e-commerce di Netrivals e Lengow, ha lavorato in diversi settori come membro dei loro dipartimenti di marketing.

La tua libreria di e-commerce

Storie di successo: Nespresso

Scarica la guida

Focus ecommerce: Il settore della moda

Scarica la guida

Storie di successo: Yeppon

Scarica la guida

Iscrivetevi alla nostra Newsletter

Inviando questo modulo autorizzi Lengow a trattare i tuoi dati con lo scopo di inviarti le newsletter di Lengow. Avete il diritto di accedere, rettificare e cancellare questi dati, di opporvi al loro trattamento, di limitarne l'uso, di renderli portatili e di definire le linee guida relative al loro destino in caso di morte. Potete esercitare questi diritti in qualsiasi momento scrivendo a dpo@lengow.com

newsletter-image